This article is available in: English CatalàItaliano

Costruiamo la vision di Wikisource

Un bibliotecario indiano una volta scrisse cinque leggi a fondamento della biblioteconomia. La quinta ed ultima recita: “La biblioteca è un organismo che cresce“.

Wikisource è una biblioteca digitale wiki, ma non cresce da sola. Volontari come voi, come noi, la coltivano e fanno crescere ogni giorno, digitalizzando libri in pubblico dominio, rileggendo i testi e, da pochissimo, anche trascrivendo spartiti musicali.

Andrea Zanni

Sono passati quasi 10 anni da quando Wikisource è nata, il 24 novembre 2003, come semplice progetto a supporto di Wikipedia. Anche se non sappiamo dirvi di cosa sono fatti i sogni, possiamo dirti che il sogno di Wikipedia si nutre anche della conoscenza che alberga nelle migliaia di fonti, libri e documenti presenti in Wikisource.

Come tributo a questo decimo anniversario, Andrea (Aubrey) and David (Micru), vincitori di una borsa Individual Engangement Grant, vorrebbero condividere con voi il lavoro che hanno portato avanti durante il mese di aprile, e invitarvi a partecipare nella definizione della vision di Wikisource per i prossimi anni.

In questo primo mese di lavoro, ci siamo concentrati nello scrivere la prima versione dei valori di Wikisource, e dei modi per applicarli. I suggerimenti sono basati sul meeting di Wikimania l’anno scorso, sulla nostra esperienza, e sui desideri dei volontari. Se ti aspetti più da Wikisource, aiutaci ad espandere la nostra lista e commenta o correggi.

Questa non è una “lista dei desideri”, ma una serie di proposte specifiche da tradurre in azione. Come parte del nostro impegno, stiamo dando formale supporto e appoggio ad alcune proposte GSoC[1]:Book upload customisation (candidato 1candidato 2). La ragione di questo supporto è la grande importanza che questo progetto potrebbe avere per la comunità di Wikisource: abiliterebbe gli utenti nell’import automatico di metadati bibliografici esterni, eliminando azioni tediose e ripetitive di copia e incolla manuale.

Ci sono inoltre tre altri candidati che si stanno proponendo per il programma Outreach Program for Women, le cui proposte, se accettate, sarebbero di fondamentale importanza:

Ci aspettiamo inoltre che, una volta raggiunto un accordo sulle priorità più importanti per Wikisource, potremo continuare ad offrire altri progetti per volontari.

Un’altro problema che stiamo affrontando sono le (possibili) relazioni con organizzazioni esterne. E’ inutile possedere una straordinaria biblioteca digitale se questa non è connessa, se non parla con altre biblioteche, siti, utenti e il resto del mondo. Ci vorrà un sacco di tempo per sviluppare relazioni durature e stabili con altre organizzazioni, come Open Library, o altre associazioni per la conoscenza libera,come la Open Knowledge Foundation. Abbiamo iniziato a svilupparle, esplorando possibili vie di collaborazione.

Infine, c’è Wikidata, il nuovo membro della famiglia Wikimedia. Wikidata sarà fondamentale per risolvere uno dei maggiori problemi di Wikisource, cioè la gestione dei metadati bibliografici. Come prima parte di un lungo lavoro, abbiamo creato una Wikidata books task force per definire le proprietà necessarie ad ottenere dati riusabili sui libri presenti nei vari progetti (Commons, Wikipedia e Wikisource).

Per il mese di maggio, vorremmo intervistare gli utenti più attivi nelle varie Wikisource. Un ringraziamento speciale va a Haitham, per il suo aiuto trovare questi utenti for his aid in visualizing the activity data in Gephi.

Se hai qualsiasi suggerimento, richiesta o feedback, per favore contattaci via email. Saremo anche presenti a Wikimania, ad agosto 2013 (puoi votare la nostra presentazione, se vuoi darci una mano).

Tutti gli utenti di Wikimedia sono invitati a farsi avanti e costruire insieme una Wikisource migliore. C’entri anche tu.

Andrea Zanni, David Cuenca, Wikisource

Nota

  1.  Google Summer of Code 2013: http://www.google-melange.com/gsoc/homepage/google/gsoc2013